SRE01M&J

Architettura d'interni

Il totale restiling di un castello settecentesco a Mery, nel dipartimento di Savoia, ha compreso la trasformazione della cappella esistente  in una particolare abitazione privata.

Il rischio di un intervento con un così drastico cambio di funzione è la perdita di percezione delle qualità spaziali originali del luogo.

Nella progettazione si è cercato quindi di rispettare e valorizzare le caratteristiche della piccola chiesetta originale, seppur adeguando gli ambienti alle nuove esigenze abitative, cercando di conservarne l’atmosfera con i suoi elementi tipici.

Il portone di ingresso alla cappella è stato restaurato, conservando il caratteristico mosaico colorato, così come le decorazioni lignee di pareti e soffitto, le colonne e i capitelli. Anche per quanto riguarda il pavimento  si è operato per riportare alla luce  i pariticolari mosaici di pietra naturale che erano offuscati da anni di incuria e disuso.

La cappella è stata adibita a sala da pranzo, inserendo, nella zona dell’altare, la cucina realizzata su misura, con isola in okite e tutta la zona attrezzata è stata studiata “a scomparsa”, in modo da non interferire con l’ambiente interno, con l’inserimento della cappa di aspirazione integrata nel piano di lavoro Down draft di Falmec.

Il soppalco interno è stato realizzato con vetrate nel pavimento, in modo da mantenere la continuità di luce e spazio.

Il tavolo in cristallo è Quake di Glasitalia, mentre le sedie sono le Ghost 24 di Gervasoni.

Per l’illuminazione sono stati utilizzati gli apparecchi Cini&Nils Componi200.

La sala retrostante la cappella, alla base della torre del castello, è stata adibita a sala relax e lettura, con divano Thala Caravane, sedie Ghost 24 di Gervasoni e libreria in legno realizzata su misura per abbracciare la finestra con vista panoramica sulle colline di Mery.

Le camere da letto si sviluppano ai piani superiori, parte nella torre del castello, parte nel sottotetto della cappella totalmente recuperato. La cameretta dei bambini è stata progettata per ricavare un ambiente giocoso, sfruttando le differenti altezze del soffitto così da realizzare una tana/rifugio con i letti e lasciando a pianta libera il resto dello spazio, destinato allo svago e allo studio.

Share Tweet Pin it